Berlusconi attacca l’euro, poi dice di esser stato frainteso

Filed under: attualità,In Primo Piano,Politica,Prima Pagina |
Berlusconi attacca l'euro, poi dice di esser stato frainteso
Berlusconi attacca l’euro, poi dice di esser stato frainteso

Berlusconi all’attacco dell’euro: “come moneta non ha convinto nessuno, perché non è di un solo Paese ma di tanti che però non hanno un governo unitario né una banca di riferimento e delle garanzie. L’euro è un fenomeno mai visto ecco perché c’è un attacco della speculazione ed inoltre risulta anche problematico collocare i titoli del debito pubblico”.

E’ intervenuto così durante gli Stati Generali del Commercio Estero del Pdl all’Eur di Roma.

Dell’opposizione, ha detto che, secondo lui, dovrà rassegnarsi a vederlo fino al termine della legislatura, e dovrà votare in Parlamento le misure che l’Europa ha già visionato e approvato.

Parla anche del suo senso di responsabilità, è per questo che non lascia il governo, lo farebbe volentieri, lo blocca il pensiero dei parenti, amici e colleghi: non se la sente di lasciarli in mano a una sinistra così divisa.

A circa 1 ora di distanza da queste affermazioni arriva, puntuale, la smentita da parte del premier, soprattutto per quanto riguarda l’attacco all’euro: sono state fraintese le sue parole.

 

Commenti

Comments